Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Calo Demografico • Luoghi Pensanti

Calo Demografico

In tempi di censimento, non è fuori luogo ragionare di demografia. Prendendo da esempio un territorio come quello Lentinese, da tempo soggetto a culle sempre più vuote ed anziani che superano ormai numericamente i giovani. “Un lento suicidio demografico”, una fotografia impietosa ed inquietante della situazione attuale, che però non deve indurre al pessimismo, ma anzi spingere a prendere misure più adeguate per evitare il disastro annunciato . Partiamo innanzitutto dai numeri.
Attualmente nel nostro territorio si contano 24019 abitanti a Lentini, circa 17590 a Carlentini e ben  8586 presso contrada Santuzzi (Carlentini Nord), per un totale di 50195. Nascono circa 600 bambini all’anno, con una media di 1,4 figli per donna.

Antonio Golini noto demografo italiano ha fatto notare che ” l’Italia è gravata non solo dal debito pubblico, ma anche da quello demografico, che sarà molto più difficile da saldare “. In Città è necessario resettare gli ostacoli che sterilizzano la famiglia. E’ in gioco il futuro. Non regge l’equazione “più consumo e meno figli” quanto piuttosto quella culturalmente opposta, “meno individualismo e più famiglia”.
Quindi il primo nodo è cultural, prima che economico. La cultura italiana fa vedere i figli come un peso, un costo e non come una risorsa futura; si tratta di una povertà culturale e morale, per cui il nemico culturale da battere di conseguenza diventa l’individualismo. Una speranza viene dalla perdurante solidarietà dimostrata di alcuni individui, ciò ci distingua dalla realtà straniera. Si tratta di concretizzare nel mettere al mondo e nella società una generazione “migliore” evitando gli errori commessi in passato, puntando sulla qualità sociale del domani.