Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Leontini – omaggio alle origini

Nel contesto MedFest 2012 a Buccheri (Siracusa), nel suggestivo cortile di Via Manin , a due passi da Piazza Roma, si è svelata la mostra collettiva  “Leontini – omaggio alle origini“. Le opere che hanno composto la manifestazione sono parte di due progetti artistici nati a distanza di circa otto mesi l’uno dall’altro (  “Lentini: i luoghi, la storia e la memoria” “Leontini: omaggio alle origini”).

 L’idea iniziale è nata dalla creatività di giovani artisti, appassionati ed esordienti nelle arti (minori) ceramiche e pittoriche, per rendere omaggio alle radici della propria città ed ai suoi aspetti talvolta contraddittori. Con un annedoto che lega questo vetusto centro a Buccheri, nel castello si insediarono i vari signori: i primi Conti, Alaimo da Lentini e la moglie Macalda, Gerardo Montalto primo barone di Buccheri e primo feudatario, avendo ricevuto l’investitura nel 1313.

L’episodio storico narrato con Omaggio alle origini, diviene una vera e propria finestra spalancata alla memoria: pannelli e tavole  ove personalmente con Antonino Buremi ed Adalgisa Terranova, attraverso l’individuale tecnica ed ispirazione, viene riguardata una considerevole tradizione medievale. Acquerelli di vedute antiche, tempere che delineano personaggi storici e l’immancabile Leone rampante, simbolo di una città feconda ed antica. Anticamente peraltro era in quest’ultima icona che spuntavano i germogli di una nuova concezione comunale del territorio, chiusa nella forma specifica della cultura del luogo, dispersa nell’isola come isolette solitarie e utopiche che si ritrova nelle feste, nel tempo libero o in riunioni conviviali.

I non luoghi sono il prodotto di una modernità sterile, senza memoria, che non crea identità singole, o relazioni significative, ma similitudine. Pertanto, la suddetta mostra, ha voluto dare testimonianza ad una società dimenticata ma dal passato nobile e produttivo.

Le similitudini e i significati delle opere  hanno narrato così un territorio, dai mille volti, in grado di esportare anche a distanza di secoli,  fuori dal proprio contesto l’epos, la tragedia, i generi rigorosamente lirici.

La mostra è stata aperta al pubblico  sabato 18 e domenica 19 agosto 2012.

fase allestimento

Mostra: Leontini – omaggio alle origini