Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Linee ferroviarie: per una mobilità sostenibile • Luoghi Pensanti

Linee ferroviarie: per una mobilità sostenibile

E’ in atto una contraddizione che dovremmo (dobbiamo) superare, mentre la crisi e l’aumento dei carburanti hanno generato nuova domanda di mobilità pubblica, le risorse dal livello centrale diminuiscono l’offerta di trasporto extraurbano e ferroviario.

 Serve una nuova capacità progettuale che innovi il settore della mobilità, puntando su semplicità, comfort e basso impatto ambientale. Penso al trasporto ferroviario integrato con le tramvie e le metropolitane – esempio appetibile a comuni che come Lentini, hanno stretta vicinanza con i capoluoghi di provincia della Regione, nella fattispecie Catania. Le grandi aree urbane ed i territori periferici hanno diverse esigenze, che vanno soddisfatte entrambe in modo appropriato. Mentre si discute dell’abolizione delle Province, occorre guardare in modo nuovo ai problemi del territorio. Perché è evidente che per queste aree, la responsabilità per gli investimenti deve essere (anche) di competenza regionale. Occorre anche definire delle strategie della mobilità e territoriali, della casa e dei servizi in rete, che sia in capo ad un nuovo livello amministrativo sovra comunale. In passato i servizi effettuati su rotaia e su strada avevano caratteristiche diverse e gestioni separate, oggi se vogliamo integrare questi servizi si deve pianificare affinché l’integrazione sia totale e venga percepita dall’utente come un miglioramento del servizio offerto, utile sia ai lavoratori che  agli  studenti universitari dei vari atenei .