Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Memories of Steve McCurry • Luoghi Pensanti

Memories of Steve McCurry

Quel cosmo di sguardi a Perugia: Sensational Umbria!

Si è conclusa già da un anno ma ha lasciato il segno, la Mostra di Steve McCurry dal titolo “Sensational Umbria“, ha avuto tra le più significative fotografie scattate dall’artista negli ultimi 30nni di carriera; anche un pezzo di Umbria “inedita” filtrata dal suo terzo occhio.

tumblr_o0337a3ebv1qa70eyo1_540

Dust Storm in Rajasthan, India 1983

La mostra è stata promossa e realizzata dalla Regione Umbria in collaborazione con il Comune di Perugia ed ha avuto luogo negli spazi dell’Ex Fatebenefratelli, spazi appena recuperati e inaugurati per l’occasione, mentre una parte delle immagini ha trovato spazio nel Museo Civico di Palazzo della Penna, nella Sala delle Lavagne di Beuys.

Un territorio pieno di emozioni da vivere, ma soprattutto un nuovo luogo nevralgico come sede espositiva e un allestimento innovativo che hanno reso possibile il coinvolgimento di uno dei maestri della fotografia internazionale. Simultanei suggerimenti sopravvengono pensando a quanto importante sia un luogo di educazione all’immagine per maestri come McCurry.

gallery-Small-50.jpg

Il Maestro Deruta e le sue maioliche

Ricordo ancora la galleria trionfare di volti, di ritratti e di scorci di vita che irrompono dalle tele, veri ritratti dell’oggi, pronti a sorprendere lo spettatore da mille angolature, ognuna con la propria storia leggendaria; come se questi protagonisti fossero tutto recanti dello stesso messaggio: Io sono Eroe!

Un “viaggio” a Perugia, che in quel Dicembre 2014, ha assimilato le più remote terre dell’India, la guerra in Afghanistan, e quindi del Golfo Persico, su per i monti al confine del Pakistan con i suoi profughi. Nel sud est asiatico, nelle remote steppe della Cina, in Cambogia, nelle Filippine e nello Sri Lanka. Come a voler parafrasare Paulo Coelho:

 

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni.

Sogni percorribili per il mondo, che scorrono nella moltitudine davanti agli occhi dello spettatore stupefatto dell’universo espressivo di McCurry.

tumblr_o2xfthaFaV1r53hkuo1_1280.jpg

Pesca Indiana

C’erano le giovani ragazze indiane presso Rajasthan, bardate per una celebrazione religiosa e colte da una tempesta di vento. C’erano i pescatori indiani a destreggiarsi in un oceano in tempesta. C’era “l’eccellenza del fare” di Giuditta Brozzetti, dal Laboratorio perugino di Tessitura a mano. C’erano le sapienti e minuziose Maioliche Deruta.
I colori scivolano sugli oggetti là dove cade la luce. Per un attimo ricordo il pensiero introspettivo di McCurry:

La maggior parte delle mie immagini trova radici nelle persone, io sono sempre in cerca del momento inaspettato, l’essenza dell’anima che si affaccia per una frazione di secondo, le storie di vita incise sui volti. Voglio capire e mostrare cosa significa essere quella persona, una persona colta in quel contesto universale che puoi definire la condizione umana.

gallery-Small-51.jpg

Giuditta Brozzetti / l’Arte della Tessitura

Il momento inaspettato, l’essenza dell’anima, il momento non è che il flash di un veicolante pensiero/ racconto  estratto “per immagini”. La metamorfosi di un luogo vivente si plasma in soggetto compiuto, diviene immortale. Lo sguardo di Steve resta, deciso, impenetrabile, condottiero. A mesi trascorsi amo ricordare così.

gallery-Big-252