Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Street Dreams Festival Caltagirone • Luoghi Pensanti

Street Dreams Festival Caltagirone

AcquaNuova = ArteNuova

Il passato è più che l’antecedente del presente: ne è la sorgente. Risalendo fino ad esso, il ricordo cerca non di situare gli avvenimenti in un quadro temporale, ma di attingere dal fondo dell’essere, di scoprire l’originario, la realtà primordiale di cui è intessuto il cosmo e che permette di comprendere il divenire nel suo insieme.

J. P. Vernant, Aspects mythiques de la mémoire en Grece

Street Dreams

Avere a che fare con il passato in una città come quella di Caltagirone non è un impaccio, anzi è la sorgente di aiuto ad una continua trasformazione. Non v’è posto migliore del quartiere AcquaNuova, l’antica porta costernata di lavatoi torna a brillare di colori ed arti. La via, un tempo intesa come uscita, torna a farsi luogo liberatorio per le arti di strada. 

Come in un sogno, quello di Demetrio Di Grado e dello staff dell’Associazione ManSourcing, la città si apre a questo nuovo modo di concepire l’arte e i talenti ispirati dall’atmosfera urbana, piena di odori, rumori e usanze che insieme compongono, come nelle migliori gallerie, la cornice perfetta alle installazioni pensate dagli artisti coinvolti in questa visione onirica.

La parola in codice, dunque, è “Street Art”, quasi ad indicare l’agire in arte con lo stretto necessario; espressioni per articolazioni, mimesi urbana e non. AcquaNuova, un tempo ritrovo di faccende domestiche e contadine, oggi diventa spazio reinventato in fonte di purificazione: l’acqua che tutto lava, anche l’incuria, lascia posto al termine “tutela” con l’Arte.

Giorgio Franco e Giuseppe Pagano

L’evento multidisciplinare, sviluppato attorno agli antichi fontanoni del Gagini, ha visto coinvolti anche noi in un monologo musicato dall’artista Giuseppe Pagano dal titolo Thanatos; in programma con noi i giochi a circuito della ludoteca BabylandiaLa Casa dei burattini di Caltagirone in “alla ricerca della felicità”, i Camouflage project, l’associazione Parlamente, il Teatro di Strada con LiberArte Scordia, lo Street Jazz a cura di Tommaso Vespo e i percorsi sonori degli Effimero Panico. Il sogno di strada ha avuto esito reale anche in questo 2015, solleticando le menti ad una “neo” cultura di strada..

street_dreams