Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Apollo Archivi - Luoghi Pensanti

Hellenic Dream

Oracolo Grecia: nascere per (ri)tornare

Ci portiamo la Grecia in testa, soprattutto perché siamo figli di questa civiltà
Salvatore Settis

1610834_10204685822858129_5111366142630488166_n

Per un siciliano poi non dev’esser così difficile, la geografia immaginale abita la Grecia “psichica”. Ce la portiamo dentro, nell’inconscio, fino a desiderarla, quasi come “nostalgia da casa”.

I critici contemporanei o gli stessi operatori turistici non hanno così torto quando vedono il ritorno alla Grecia come un regressivo “desiderio di morte”, come una fuga dai conflitti contemporanei nelle mitologie e nelle speculazioni di un mondo fantastico. Muore il molliccio chiacchiericcio di piazza, lasciando spazio alle emozioni.

Sappiamo bene che “guardar indietro” rende possibile andare avanti, perché il guardare indietro ravviva la fantasia dell’archetipo del fanciullo che è in noi,  il quale è sia il momento dell’inerme debolezza sia il dischiudersi futuro.

(altro…)

  L’Efebo triste dorme tra le viti

Le difficoltà inerenti allo studio della religione e dell’economia arcaica sono evidenti : dai problemi connessi di per sé alle ricerche sulle credenze del mondo antico, si aggiunge per la Sicilia il contrasto tra la lacunosità delle fonti scritte e la ricchezza della documentazione archeologica connessa con la sfera del sacro, che fa presupporre un ruolo pervasivo dell’attività cultuale. L’antica Taormina sorse quando la vicina Naxos, fondata nell’VIII secolo a.C. e corrispondente al piccolo promontorio di Schisò verso oriente, scomparve dalla vita pubblica a causa della distruzione di Dionisio di Siracusa. Per  comprendere al meglio lo sviluppo delle colonie siceliote fonte precipua è Tucidide.

(altro…)