Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Leontini Archivi - Luoghi Pensanti

LA DIMORA DEI BENEVENTANO SI FA DEA!

D E A MISTERICA: L’ESEGESI ESTETICA DEL TERRITORIO PARTE DA QUI

IMG_0300.JPG

Tornare alle origini, riportare l’Arte a una forma archetipa, lontana da preconcetti, sperimentare e innovare veicolando la vocazione dei Luoghi. Questi i presupposti del presidio Italia Nostra, che apre i pesanti portoni della Dimora Beneventano di Lentini, esordendo con la multipersonale d’Arte Bimestrale:
DEA MISTERICA.

(altro…)

Storia di una nobile matrona leontina divenuta martire

Santa Epifana V.M.Storicamente il metodo usuale del narrare i fatti, qui buona parte ricostruiti dagli Atti dei Martiri, è quello di cominciare “dall’inizio”. Nulla possono gli uomini senza la “finzione di un inizio” e niente è più difficile dell’inizio in una storia se non, forse, la fine stessa. Questa è una storia, divenuta tragedia, che ha scandito l’evoluzione di una città meridionale, parte dell’Impero Romano.

(altro…)

Estratti da un articolo di Sebastiana Lagona.
Ecco cosa scrive Paolo Orsi in Aretusa, nel numero VII, 4 del 1922:

Sulla scarpata orientale del colle gli abitanti di Brikinnia avevano installata la loro necropoli […]. Fu in questo punto che il giorno 13 maggio u. s. alla presenza di Donna Maria De Cristofaro si procedette allo scoprimento del Sepolcro del Duce Ignoto, come io ho voluto fosse chiamato.

Da questo dipanarsi sul filo della memoria scopriamo ai lettori alcuni studi condotti dagli anni ’20 ad oggi:

La scena 

Una casa sulla Piazza di Leontini, stile greco, aggiornata con restauri di tipo romano. Attorno una insula: ove sono gabbie di uccelli variopinti; una flora con fiori; piante orientali; pergolati; frutteti. Viali corrono intorno alla casa, interrotti da sedili di marmo che partono dalla porta retrostante. Dinanzi al vestibolo, ingresso del palazzo, vi è una coppia di giovani innamorati : Panezio e Tecla.. [da prontuario di toponomastica locale]

Panezio:  Mia cara e bella Tecla, torno dallo Stadium sul colle Eraclio e dal Gymnasium ai piedi del Castello Brichinna, ove ho riportato alcune vittorie sugli atleti, applaudito da molta gente  […] . 

Questa poteva essere una delle scene di vita quotidiana nel 71 a.C..

(altro…)

Lentini : dal buio dei secoli emergono elementi d’architettura.

Da tempo, specie per chi ha occasione di confrontarsi con la complessità della stratificazione del costruito storico, non ci si meraviglia più nella riscoperta di elementi architettonici evidenti, dalle costruzioni al decoro delle  Epokè varie; elementi dai criteri di costruzione in pietra tagliata e inerti in cotto, a cornici in “opus Quadratum” di tufo, ad archi acuti retti o sagomati .

All’interno di questa dialettica, non sempre facile da comprendere, la tipologia di costruzione e di funzione dell’abitato assume un valore emblematico per le vicende storiche, ma anche per lo sviluppo del distretto geografico ed economico di cui si tratta: Leontini.
Citando un esempio noto ai più, la traslazione delle reliquie dei Santi Martiri di Lentini, nonché la loro elezione a Patroni di città, coincide con l’inizio di una ripresa di vivace espressione artistica, un fenomeno rivisto per sommi capi con il famigerato terremoto del 1693 e l’avvento del Barocco.  

(altro…)