Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Turismo: scommettere sulla qualità per creare occupazione • Luoghi Pensanti

Turismo: scommettere sulla qualità per creare occupazione

 

L’attenzione alle ricadute economiche del turismo culturale, sollecita alcune considerazioni “locali”. Il turismo può davvero essere per il nostro territorio una risposta alla crisi economica, occupazionale e ad anche culturale che rischia di deprimere l’entusiasmo e le energie, soprattutto dei giovani. Occorre scommettere con più decisione sulla qualità, sulla cultura, sull’arte, sulla valorizzazione del territorio, trasformando passioni ed interessi in lavoro, occupazione, impresa.

Anche i centri così detti minori (in realtà quelli più ricchi di future scoperte) non possono più pensare alla valorizzazione del territorio ed agli eventi come occasioni sporadiche affidate al solo volontariato: il volontariato è una risorsa importante, anche nella valorizzazione culturale, ma per fare turismo ed apportare benefici non basta.

Mi rivolgo a noi giovani, specie quelli aperti al dialogo, qualificati, appassionati, determinati e volonterosi, dobbiamo avere opportunità di lavoro: per poter offrire qualità, servizi professionali, in tutti i settori, dalla ricettività all’accompagnamento, dagli eventi al tempo libero.

Negli ultimi tempi ho insistito anche in occasione di alcuni incontri  sugli aspetti economici del turismo: personalmente ritengo più produttivo investire su infrastrutture, adeguamento delle strutture ricettive e miglioramento dei servizi, piuttosto che su singoli eventi sporadici o sulla ripetizione di determinate idee.
Le iniziative turistiche, e gli eventi in particolare, come tutte le attività economiche, devono avere delle fonti di entrate proprie: possono essere sostenute in fase iniziale ma poi devono poter camminare con le proprie gambe, altrimenti svaniscono al venir meno dei finanziamenti, magari pubblici, che meritano miglior sorte.

Spero che l’idea di Distretto Turistico  presenterà le migliori proposte legate al turismo culturale del territorio, rivolgendo parte delle proprie attenzioni ai viaggi culturali presso la nostra Città.
Prossimamente punteremo all’unione, ma non possiamo certo dire che fin oggi sia stato presentato un vero e proprio incubatore di nuove idee, che – in occasione di incontri, workshop, conferenze e convegni – hanno ruotato intorno al tema del rilancio economico (soprattutto) nostrano su basi turistiche e culturali.