Solo nel momento felice del Viaggio, Pensare ha un Luogo

Valorizzazione del Patrimonio d'Interesse Storico per lo Sviluppo • Luoghi Pensanti

Valorizzazione del Patrimonio d’Interesse Storico per lo Sviluppo

C’è una storia scolpita nei volti di gran parte degli abitanti del territorio, come in quelli di tante altre città del Mondo. Affermo che non ci si può definire “cittadini ” se non si può “vantare” almeno un tentativo di investire il proprio futuro qui e non altrove. L’umore della gente e il fervore nell’approntare i festeggiamenti patronali che inonda le vie all’ombra delle vecchie case, la dice lunga sulle mille ondate che hanno dato vita ad un “popolo rassegnato”. 

In questo contesto e nell’obiettivo di fornire un contributo ai processi di Valorizzazione Territoriale che fanno leva sul vasto patrimonio storico – culturale locale,  personalmente reputo necessario fare chiarezza su ciò che sono le potenzialità e così proporre progetti indirizzati agli Enti preposti alla gestione. Progetti finalizzati a dare vita ad un nuovo sistema di ricettività sociale, fortemente connessa con il territorio e legata al turismo culturale, per rispondere all’incremento qualitativo e quantitativo dei visitatori delle nostre Città.
Gli obiettivi e le caratteristiche essenziali della corrente idea sono riassumibili nelle seguenti proposte: 
piani di recupero e di restauro di edifici storici adeguati, da porre in rete come location di pregio in cui realizzare anche iniziative di tipo culturale
idee di rilancio e qualificazione di una forma di ospitalità integrata con il contesto locale, seguendo la via della qualità e delle sinergie tra pubblico e privato
creazione di una rete di strutture di categoria medio- alta, rispondente a precisi standard di offerta e a un sistema promozionale e di comunicazione ; 
programmazione di itinerari culturali personalizzati da parte dei cittadini – visitatori ;  
creazione di un’immagine coerente, che definisca “riconoscibilità” alle strutture del circuito, attraverso la definizione e il rispetto di standard relativi a: dotazioni, servizi, arredo, soluzioni a basso impatto ambientale, uso di risorse provenienti dal territorio, tecnologie avanzate per il risparmio energetico e per l’uso di materiali riciclabili ; 
fornitura di servizi culturali e facilities legati ai trasporti e all’accessibilità (visite guidate, ecc.) ;

Su queste basi, il significato principale dell’iniziativa che prossimamente verrà esaminata e proposta, risiede nella creazione di un  circuito che associ in sé gli obiettivi di favorire processi di aggregazione di movimenti ed associazioni, in coerenza con gli indirizzi del mercato e dall’altro quelli di garantire la permanenza, anzi di consolidare, quelli che sono i caratteri distintivi e di qualità dell’offerta. Ulteriore presupposto a fondamento del progetto è che le strutture architettoniche storiche di competenza comunale afferiscano, almeno in una prima fase, al vasto patrimonio pubblico.
Lo studio condotto, pertanto, deve porre l’obiettivo di esaminare le modalità con cui mettere in valore questo patrimonio, spesso sottoutilizzato ma sempre, comunque, bisognoso di ingenti risorse per garantire la sua conservazione e manutenzione.  

  Lentini, lì 7 Aprile 2012                                                                                                                                                                                                                                

 ©